le fiabe e le leggende

 

 

 

Il Tucano Ingordo

 

 

Leggenda del Popolo Guarnì

 


 

Attualmente i Guaraní abitano la zona sud est della Bolivia, in Argentina la zona nord, in Brasile soprattutto la zona del Mato Grosso, e la zona a sud, verso il confine con l'Argentina e il Paraguay, nel Paraguay la zona del Chaco che confina con la Bolivia.

 


 

Un giorno si diffuse in tutte le comunità guaranì la notizia che Tatu Tupa, il dio Tatù si sposava con la bellissima figlia del signor Soe. I messaggeri di Tatu Tupa andarono di villaggio in villaggio portando l'invito verbale a tutti gli amici e le autorità della regione. Tuka, uno dei più antichi nemici di Tatu Tupa, naturalmente, non venne invitato al matrimonio.

 

Il gran giorno arrivò, con la tanto desiderata festa. Tatu Tupa e i suoi invitati speciali si divertivano ballando e bevendo la miglior chicha della regione. Nel frattempo Tuka all'esterno, per entrare alla festa, si mascherò mettendosi un tiru di color scuro e un panno bianco al collo.

 

Tatu Tupa, ben attento, si accorse presto della presenza di Tuka, impegnato ad assaporare insieme con gli altri la gustosa bevanda. Tatu chiese allora a sua moglie di invitare quel giovane in abito scuro a bere in suo onore. Tuka accettò di buon grado la coppa dalle mani della bella giovane. Ma proprio mentre iniziava ad assaporare la bevanda, Tatu Tupa lanciò una maledizione contro di lui: che il largo recipiente con cui stava bevendo gli rimanesse attaccato al viso! Invano Tuka cercò di reagire provando a staccarsi il recipiente dalla faccia. Caduto ormai nel ridicolo, Tuka uscì dalla festa volando, trasformato in uccello.

 


 

Con questo racconto, gli anziani insegnano ai propri nipoti di non intromettersi nella vita altrui quando non si è richiesti: le conseguenze spesso sono fatali!

 


 

* Chicha: bevanda a base di mais

* Tiru: mantello, antico abito guarnì

* Tatu Tupa: dio armadillo

* Tupa: il dio padre.

 

 

 

versione stampabile

 

 

indice leggende

 

vai al sito del Torricelli di Milano

 

salvino sagone

webmaster