progetto

“Io e l’economia”

I Liceo Scientifico Tecnologico coordinata dalla prof. Annamaria Romagnolo

 

anno scolastico 2004/2005

 

 

La classe IA LST ha partecipato nel corso di quest’anno scolastico ad una iniziativa formativa che si riprometteva di avvicinare i giovani ai temi dell’economia, della cultura di impresa e dell’etica degli affari.

 

Il Progetto “Io e l’economia”(di cui è referente per l’Istituto “E. Torricelli” la prof.ssa Laura Cioni), è stato promosso da Junior Achievement, una associazione no profit che si è avvalsa della collaborazione di consulenti nel campo dell’education e di esperti aziendali che hanno affiancato in aula gli insegnanti per circa dieci ore.

 

Nel nostro caso gli studenti sono stati supportati da un giovane dirigente di Citigroup Italia che ha avuto il merito di far germogliare barlumi di interesse in una platea inizialmente un po’ scettica e titubante. Il copione iniziale, rivelatosi poco attraente per ragazzi di così giovane età, è stato infatti recitato a soggetto e sono state individuate altre piste e sono stati imboccati nuovi sentieri, seguendo la scia delle curiosità e delle richieste, via via più consapevoli e motivate, degli studenti.

 

Per mantenere traccia degli argomenti di discussione “più gettonati”, gli allievi hanno infine svolto dei lavori di approfondimento ed hanno prodotto delle microrelazioni, aggregandosi liberamente in piccoli gruppi, formati in base all’interesse per la tematica e/o al feeling con i compagni.

 

I testi elaborati, in verità, non sempre rivelano la presenza in nuce di futuri talenti nel campo della finanza... Ma non potrei dire che l’obiettivo primario del progetto sia stato quello di trasmettere conoscenze. Gli argomenti affrontati, ostici e specialistici, sono e saranno infatti oggetto di studio approfondito e specifico con l’insegnante di Diritto ed Economia che si avvale di una professionalità ben diversa da quella di una docente di Lettere. Le attività svolte hanno offerto però agli studenti la possibilità di sperimentare la complessità del “lavoro di gruppo” e la difficoltà di essere davvero membro di un “gruppo di lavoro”( non dico di successo, ma almeno efficace!). Un piccolo passo avanti, inoltre, è stato fatto per promuovere l’acquisizione di competenze relative alla individuazione, selezione e rielaborazione di dati ed informazioni.

 

Il bilancio dell’esperienza può dirsi senza dubbio positivo e allora... ad maiora!

 

Annamaria Romagnolo

 

 

 

le relazioni          le relazioni          le relazioni          le relazioni          le relazioni

il sistema economico

Amlesù Sponza Villa

 

 

 

 

Il lavoro

Capella Maiocchi Pasqualini

 

il consumismo

Giotti Mauriello Quintini

il budget

Mazza Verduci

 

i servizi

Sciorio

 

 

 

le banche e gli investimenti

Bocale Gagliani Negri Sciorio

 

il conto corrente

D'Angelo Sabino

la carta di credito

Albano Alloni Randi

le carte prepagate

Bernardoni Sagone Spelta

Bruno Ciardullo Salvi

 
 

la borsa e il mercato

Zanardo Bragato Biffi

 

 

 

 

salvino sagone

webmaster